24/01/2006 - LEGGE DELEGA 

DELEGA AMBIENTALE

IL GIORNO 27 GENNAIO I LAVORATORI DIPENDENTI DELLE AZIENDE DI IGIENE URBANA PROTESTERANNO CONTRO LA LEGGE DELEGA 308/2004

LEGAMBIENTE MANIFESTA SOLIDARIETA' CON LE RAGIONI DELLO SCIOPERO INDETTO DA FP CGIL FIT CISL UILTRASPORTI E DICHIARA “LA LEGGE DELEGA È UNO SCANDALO DALL’INIZIO ALLA FINE, SI È PROCEDUTO SOLO A COLPI DI FIDUCIA”

“La Legge Delega è uno scandalo dall’inizio alla fine”. È lapidaria Legambiente, nel commentare il voto favorevole delle Commissioni ambiente del Senato e della Camera sulla riforma della legislazione ambientale." Esprimiamo piena solidarietà con le ragioni dello scipero indetto CGL, CISL e UIL per i lavoratori delle municipalizzate di igiene urbana, pubbliche e private - continua Legambiente - aderiremo alle iniziative di protesta che non sono finalizzate ad un aumento di stipendio, ma dirette a richiamare l'attenzione sulle ricadute che avrà la Legge Delega sui servizi di igiene urbana erogate delle municipalizzate di tutta Italia, private e pubbliche. Questo perchè la riforma del Governo và ad incidere sulla qualità dei servizi, depenalizza chi inquina e fa pagare i danni per le bonifiche dei siti inquinati ai cittadini, indirettamente, con l'aumento delle tariffe"
“È insostenibile l’iter seguito dalla legge, pieno di colpi di mano – continua Legambiente – è insostenibile il contenuto della riforma, che anziché tutelare l’ambiente lo rende più fragile. L’ennesimo provvedimento, per di più imponente per quantità e delicatissimo per i temi trattati, andato avanti con la fiducia. Nonostante il dissenso non solo degli ambientalisti, ma soprattutto degli Enti locali e di gran parte della comunità scientifica italiana. Una vergogna”.


Torna ai comunicati stampa