01/04/2006 - TI RICORDI CHERNOBYL?  

A POCHI GIORNI DAL VENTENNALE DEL DISASTRO NUCLEARE BIELORUSSO, LEGAMBIENTE PRESENTA UN LIBRO PER NON DIMENTICARE

LEGAMBIENTE E COMUNE DI FIRENZE ACCOLGONO 20 BAMBINI DI CHABAROK

E IL 25 APRILE DAVANTI ALLLA CENTRALE NUCLEARE UCRAINA MANIFESTERANNO VOLONTARI, DIRIGENTI DI LEGAMBIENTE, PARLAMENTARI ITALIANI ED EUROPEI

Leggere per non dimenticare. Nell’ambito di Terra Futura ed in occasione del ventennale dal disastro di Chernobyl Lucia Venturi, della segreteria nazionale di Legambiente presenta un libro che ripercorre attraverso racconti di storie vissute il disastro nucleare che nel 1986 sconvolse il mondo intero. “Ti ricordi Chernobyl –dichiara Venturi - vuole porre l’accento sulla necessità di mantenere vivo il ricordo di una tragedia che nonostante i vent'anni passati riesce ancora a far riflettere tante persone, compresi i bambini che sono stati tra le principali vittime delle conseguenze sanitarie. In un clima politico in cui il nucleare viene riproposto come opportunità per uscire dalla crisi energetica, questo libro vuole indicare una strada diversa e possibile per il futuro dell’energia in Italia e in Europa". Legambiente solidarietà è impegnata inoltre, da tempo in un progetto che consiste nell’offrire ospitalità a bambini bielorussi in Italia. Il Progetto Chernobyl rappresenta un particolare esempio di pratica concreta dell'umanesimo ambientalista. Un progetto il cui centro è rappresentato dai bambini, dalle famiglie e dai volontari impegnati nell'ospitalità, dai partner bielorussi insieme ai quali si realizza il tutto. Proprio oggi, sabato 1 Aprile 20 bambini di Chabarok saranno ospitatati a Firenze, grazie a Legambiente ed al contributo dei Comuni di Firenze e di Scandicci.
“La ricorrenza del 26 aprile, ventennale di Chernobyl – ha ricordato Angelo Gentili coordinatore del Progetto Chernobyl di Legambiente – è un’occasione importante per ricordare all’opinione pubblica che la situazione nelle zone contaminate della Bielorussia è ancora grave. Anzi – ha concluso – si assiste ad un massiccio ritorno nelle zone evacuate, da parte di famiglie che fuggono da difficili situazioni economiche e politiche, o da zone interessate da conflitti.”
“Oggi ci apprestiamo – spiega Angelo Gentili coordinatore del Progetto Chernobyl di Legambiente - a celebrare il ventennale di questo drammatico evento, attraverso il libro “Ti ricordi Chernobyl?”, ed anche attraverso mostre, libri fotografici, documentari ed una grande manifestazione che il 25 aprile vedrà sfilare di fronte alla centrale nucleare ucraina volontari, dirigenti di Legambiente, parlamentari italiani ed europei che non hanno dimenticato la lezione di Chernobyl.”

L’ufficio stampa di Legambiente Toscana
(Cell. 349.2588489)

Torna ai comunicati stampa