31/07/2006 - FESTAMBIENTE 2006: 

18 anni per l’ambiente, la legalita’ e solidarieta’

DAL 4 AL 15 AGOSTO
IL FESTIVAL INTERNAZIONALE DI ECOLOGIA TARGATO LEGAMBIENTE
A RISPESCIA(GR)
APRE IL PIU’ GRANDE AGORA’ DELL’AMBIENTE E DELLA POLITICA

150 TRA VOLONTARI E COLLABORATORI , OLTRE 400 GLI ENTI PATROCINATORI, 120.000 LE
PRESENZE PREVISTE,CONCERTI, INCONTRI , MOSTRE, ANIMAZIONE PER BAMBINI, CIRCA 20 LE RICETTE SERVITE QUOTIDIANAMENTE NEL RISTORANTE VEGETARIANO PIU' GRANDE D'ITALIA.
QUESTI ALCUNI NUMERI DELL'EVENTO
PIU' ATTESO NEL PANORAMA ESTIVO ITALIANO

RUTELLI, PECORARO SCANIO, GENTILONI, REALACCI, COSTANZO,SANTINELLI, BOCO, LUIGI CIOTTI, VIGNA
LA POLITICA IN ESTATE SI SPOSTA IN MAREMMA

DALLE 22,30 PER DODICI GIORNI E’ FESTA:
DE GREGORI, CARMEN CONSOLI, MAU MAU, PFM, STEFANO BOLLANI, MAX GAZZE’, TEO TECOLI GRANDI ARTISTI FESTEGGIANO I 18 ANNI DI FESTAMBIENTE

Numeri da record, ospiti d’eccezione, ministri e sottosegretari, artisti di livello internazionale. 120mila le presenze previste.Festambiente, il festival internazionale di ecologia targato Legambiente, ha fatto le cose in grande per festeggiare i suoi diciotto anni. Appuntamento per spegnere le 18 candeline, dal 4 al 15 agosto 2006 a Rispescia (Gr) nello splendido scenario del Parco della Maremma. Per dodici giorni su oltre 20mila metri quadrati si realizzerà il più grande agorà del’ambiente e della politica. E anche se è diventato maggiorenne, Festambiente non ha nessuna intenzione di mettere la testa a posto. E lo dimostrano i numeri : più di 130 gli stand espositivi, 150 tra volontari e collaboratori coinvolti, circa 400 gli enti patrocinatori,oltre 100 le associazioni presenti alla festa in rappresentanza della società civile e del terzo settore, 20 le ricette servite al ristorante vegetariano più grande d'Italia, oltre 120 i relatori partecipanti alla festa. Un festival all’insegna della sostenibilità: la manifestazione è “carbon neutral” con le 238 tonnellate di anidride carbonica prodotte durante i dodici giorni del Festival, che saranno neutralizzate attraverso l’adesione alla campagna nazionale “Azzero CO2” mediante l’acquisto e la tutela di una parte della foresta del Chapas. La manifestazione è stata presentata stamattina alla Libreria Seeber di Firenze alla presenza da Angelo Gentili della Segreteria Nazionale di Legambiente, coordinatore nazionale dell’evento, Claudio Martini, Presidente Regione Toscana, Francesco Ferrante, direttore nazionale Legambiente e da Piero Baronti, Presidente di Legambiente Toscana.

“Festambiente diventa maggiorenne- ha commentato Angelo Gentili, coordinatore nazionale della kermesse ecologista-– ma con ancora tanta curiosità e voglia di crescere. Diciotto anni per l’ambiente, la legalità e la solidarietà, un lungo viaggio per un mondo migliore e sostenibile. La cittadella di Festambiente, con la discussione politica, con la musica di qualità, con l’enogastronomia tipica e biologica, con la valorizzazione e la sensibilizzazione delle fonti rinnovabili- ha concluso Angelo Gentili- rappresenta uno spaccato del Belpaese che per 12 giorni diventerà la capitale dell’ambientalismo, della politica, della solidarietà e dell’impegno civile.”

Un cartellone quello di Festambiente che varia dalla politica alla musica, dal teatro all'arte di strada, dal cinema ai documentari, dalle mostre agli appuntamenti enogastronici. Dal 4 agosto, Grosseto sarà la capitale della discussione politica ed ambientale dell’estate italiana. Dibattiti a tutto campo: spazieranno dall’energia ai parchi, dal mare ai rifiuti, dalla biodiversità alla risorsa acqua, senza dimenticare la solidarietà e la cooperazione internazionale. Una grande agorà dell’ambiente nella quale si farà il punto dell’intricato dibattito su ambiente e sviluppo al tempo del governo Prodi. Ospiti d’eccezione il Ministro dell’Ambiente Pecoraro Scanio che proprio il 4 agosto inaugurerà la manifestazione, il vicepremier Francesco Rutelli, il ministro delle Telecomunicazioni Paolo Gentiloni. E ancora, il giornalista Maurizio Costanzo, il presidente della Commissione Ambiente alla Camera Ermete Realacci, Luigi Ciotti, Pierluigi Vigna, i sottosegretari di Governo, Patrizia Sentinelli e Stefano Boco.Ma anche rappresentanti della politica regionale, da Federico Gelli, vicepresidente della Regione Toscana, a Annarita Bramerini, assessore al Turismo Regione Toscana, da Marino Artusa, assessore all'Ambiente Regione Toscana a Mariagrazia Mammuccini, amministratore delegato Arsia. La musica con un programma dichiaratamente eclettico e variegato, che spazia dalla canzone d’autore di Francesco De Gregori e Carmen Consoli, al teatro di Teo Teocoli al jazz di qualità di Stefano Bollani fino all’esplosioni di note e colori dei Mau, Mau, Africa Unite, Roy Paci e Max Gazzè.

Sempre più interessante e ricco il programma dello spazio destinato alla presentazioni, l’Agorà Café, dove si parlerà di clima, ecologia, cinema , diritti umani senza rinunciare alle “pillole di informazione”, momenti di approfondimento sulle tematiche ambientali più attuali per aiutare i consumatori e i cittadini ad orientarsi nella scelta quotidiana di beni, servizi e comportamenti in armonia con l’ambiente e la natura.

Ma Festambiente è di tutto, di più. Ogni giorno dalle 17,30 l’ambiente entra in simbiosi con lo spettacolo attraverso il teatro improvvisato o degli artisti di strada e trampolieri che animano le piazze e le strade del festival. Come è tradizione della kermesse ecologista, l’enogastronomia sarà una delle tappe fondamentali della scommessa della qualità e del “Made in Italy”, dove il gusto ed il mangiar sano può approdare ora nel Ristorante Vegetariano più grande d’Italia, ora nella Stuzzicheria o nell’altro ristorante Peccati di Gola che propone menù degustazione con le migliori ricette della tradizione regionale italiana e mediterranea. Non ultime le degustazioni sui sapori del Mediterraneo e l’Officina dei Sapori che offriranno ai visitatori gustosi itinerari del palato e specialità territoriali. E ancora l’Ecomercato, con i prodotti ecompatibili e biologici, mostre sui temi ambientali e naturalistici ed istallazioni di artisti e scultori contemporanei, che arricchiscono con un tocco di “originalità” e creatività le strade e le piazze della cittadella ecologica promossa da Legambiente in Maremma.
“La presenza radicata da diciotto anni di Festambiente in Maremma- ha dichiarato Francesco Ferrante, direttore nazionale Legambiente- è la testimonianza che nel nostro paese si può trasformare il ritardo di uno sviluppo industriale in una formidabile risorsa, quella del turismo e dell’agricoltura di qualità. Festambiente- ha concluso Ferrante- è testimone di questo processo, luogo di incontro e confronto di una comunità protagonista di un progetto sociale ed economico capace di affrontare le sfide del futuro, che ha saputo coniugare lo sviluppo rurale ed energetico senza rinunciare alla difesa del territorio.”

LA POLITICA A FESTAMBIENTE. Tanti i momenti di riflessione sulle tematiche ambientali più attuali, senza dimenticare però di allargare lo sguardo a quelle sociali. Si parte, il 4 agosto alle ore 17,30, col taglio del nastro alla presenza del Ministro dell’Ambiente Pecoraro Scanio con una tre giorni dedicata al Mediterraneo. Il 6 agosto, Ermete Realacci, Maurizio Costanzo e il vicepremier Francesco Rutelli incontreranno il pubblico di Festambiente. L’otto agosto Bruno Manfellotto, direttore del Tirreno intervista Paolo Gentiloni, ministro delle Telecomunicazioni. Sarà presente Roberto Della Seta, presidente nazionale Legambiente Il 12 agosto sarà poi la volta del consueto appuntamento con la Festa della Legalità, giunta quest’anno alla quarta edizione ed organizzata in collaborazione con l’associazione Libera, da sempre in prima linea nella lotta alla criminalità organizzata ed alle mafie. E per l’occasione alla presenza di Pierluigi Vigna, Enrico Fontana intervisterà Don Luigi Ciotti, presidente Libera. Il dibattito sarà preceduto dalla Prima Edizione del Premio Ambiente e Legalità con la consegna degli attestati di merito a magistrati, forze dell’ordine, giornalisti e cittadini, che hanno combattuto e denunciato i crimini ambientali nel nostro paese.

LA CITTA' DELLA MUSICA E DELLO SPETTACOLO. Produzioni originali all’insegna dell’ecologia, musica e spettacolo per l’ambiente, itinerari che attraversano generi musicali diversi, per offrire ad un pubblico di tutte le età un cartellone ricco di eventi unici e speciali. Un incontro travolgente, ricco di fascino , tra generi musicali diversi, con progetti originali a cavallo tra rock, blues,jazz, musica d'autore di notevole spessore culturale ed artistico. Dodici giorni all’insegna dello spettacolo che daranno vita ad un evento unico nel suo genere, che negli anni ha saputo coniugare la musica e lo spettacolo con la difesa dell’ambiente. Si apre con la Pfm, il 5 agosto appuntamento con gli Stadio, il 6 agosto il tour estivo travolgente del duo Britti-Bennato. Il 7 agosto jazz di qualità con Stefano Bollani. L’8 agosto evento clou di Festambiente con Carmen Consoli in versione unplugged, unica data del suo tour estivo. Il 9 agosto per la prima volta in maremma, Francesco De Gregori, a seguire, il 10 agosto Paolo Belli e la sua Big Band, Mau Mau che dopo otto anni, tornano sul palco di Festambiente. Chiudono il 12 agosto Max Gazzè, il 13 le note trascinanti di Roy Paci & Aretuska, il 14 agosto lo spettacolo teatrale di Teo Tecoli e il 15 agosto grande festa con Africa Unite
Il biglietto per i concerti, comprensivo dell’entrata all’intera festa, sarà di 7 €, uno dei più bassi nel panorama degli eventi musicali dell’estate. Ed accanto alla musica il cinema: il Clorofilla Film Festival, organizzato in collaborazione con il mensile La Nuova Ecologia, presenta una rassegna di opere italiane di qualità: film, cortometraggi, documentari e qualche anteprima per entrare in un cinema che è un mondo di luoghi solo apparentemente lontani, un invito a scoprire che la differenza è molto più familiare di quanto crediamo. E che quest’anno presenta anche un’anteprima nazionale Ma che ci faccio qui! di Francesco Amato prodotto da Centro Sperimentale di cinematografia, Istituto Luce e Rai Cinema, nelle sale il 1 settembre .

L'ALIMENTAZIONE A FESTAMBIENTE. Grande attenzione come ogni anno, per l’alimentazione. Perché è a partire dallo stile alimentare che inizia una scelta di vita sana, naturale e vicina all’ambiente. Con i prodotti alimentari provenienti da coltivazioni biologiche e la cucina sana e ricca di sapore dello chef e consulente alimentare Giuseppe Capano, specializzato in piatti vegetariani. A Peccati di Gola invece, il ristorante immerso tra gli ulivi, entra anche la carne. Ma solo quella proveniente da allevamenti biologici e facente parte della tradizione alimentare regionale italiana e mediterranea. Un menù che sarà accompagnato da schede informative sulla provenienza, la storia, le tecniche di lavorazione dei prodotti proposti. Peccati di Gola darà spazio anche agli Incontri a tavola, dedicati ai prodotti provenienti dalle Aree naturali protette, e a quelli che quelli provenienti dai terreni confiscati alla mafia con la “Cena della legalità” Un viaggio nei sapori , un itinerario del gusto dei prodotti tipici, tradizionali e biologici del Mediterraneo in collaborazione con il Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali. Nei locali delle mostra i prodotti tipici , dai salumi ai formaggi, dalle confetture ai legumi, sono esposti come piccoli scrigni da valorizzare , testimonianze della nostra tradizione e della nostra identità. Le Officine dei sapori proporranno ogni sera una degustazione guidata, occasione anche per scoprire nuovi modi di gustare sapori conosciuti o provare accostamenti non convenzionali e ospiteranno la X Rassegna Nazionale degli oli extravergine di oliva biologici, la XI Rassegna Nazionale degli oli extravergine di oliva e infine la XVI Rassegna Nazionale dei vini biologici, realizzata in collaborazione con l'enoteca Italiana di Siena. La Stuzzicheria offrirà panini e piccoli spuntini rigorosamente biologici, mentre al Bar saranno disponibili dissetanti preparazioni a base di frutta, gelato, spumante e vini biologici tutti gustosamente naturali. Nell’area bambini, il Bar dei piccoli si occuperà di ristorare naturalmente i più piccini, con prodotti pensati appositamente per loro.

LA CITTA' DEI BAMBINI E DELLE BAMBINE. Menù per bambini, tavoli e sedie su misura, tutto rigorosamente in miniatura. Sono solo alcune delle spettacolari trovate di Festambiente per i più piccoli. Bambini e bambine del resto, sono da anni tra i destinatari privilegiati del festival, che all’interno del Villaggio della Banda del Cigno, dal nome dello storico simbolo di Legambiente, trovano giochi, laboratori, escursioni, concorsi di sculture sulla spiaggia, spettacoli musicali e circensi che sollecitano l’intervento diretto dei bambini. Il tutto naturalmente alla presenza degli operatori e animatori di Legambiente, presenze costanti che assistono i piccoli ospiti in tutte le attività previste e che propongono ogni giorno laboratori per costruire oggetti volanti, dipingere sassi o forgiare la creta, o giocare alla scoperta di insetti e piante. Senza dimenticare il Bim Bum Bar: bancone rosso, sgabellini su misura di bambino per gustarsi succhi di frutta in santa pace, senza più timori reverenziali nei confronti delle dimensioni adulte.
Cambia il punto di vista insomma, mutano le prospettive, e nasce una piccola cittadina dedicata ai specificatamente bambini all’interno di Festambiente che - lo ricordiamo - offre ai piccoli ospiti fino a 14 anni l’entrata gratuita e la possibilità di partecipare così a tutte le attività previste. Tanti inoltre gli appuntamenti con i laboratori creativi, per giocare, sperimentare e conoscere con un occhio di riguardo all’ecologia. Quest’anno tutti a intrufolarsi nel Castello di Riciclandia di Corepla, ma anche la Fattoria dei Girasoli, o gli spettacoli del Minicircus.

Ufficio Stampa
Tel. 0564/487766-38-3334068411

Torna ai comunicati stampa