14/09/2006 - PULIAMO IL MONDO 2006 

TORNA IN TUTTA ITALIA E IN TOSCANA LA PIU’ GRANDE INIZIATIVA INTERNAZIONALE DI VOLONTARIATO AMBIENTALE

PULIAMO IL MONDO 2006

13° EDIZIONE

22-23-24 SETTEMBRE

CENTINAIA DI COMUNI, SCUOLE, ASSOCIAZIONI, ENTI E LIBERI CITTADINI PRENDERANNO PARTE ALLE INIZIATIVE A SOSTEGNO DELL’AMBIENTE ORGANIZZATE IN TOSCANA
174 AD OGGI LE ADESIONI NELLA NOSTRA REGIONE,
PRIMA IN ITALIA IN TERMINI DI PARTECIPAZIONI PERCENTUALI

ERMETE REALACCI PROPONE UNA MOZIONE IN PARLAMENTO PER:

--------------------------FIRENZE CAPITALE INTERNAZIONALE DEL VOLONTARIATO------------------

“LA RICORRENZA DELL’ALLUVIONE DEL ’66 DEVE DIVENTARE UN APPUNTAMENTO ANNUALE PER IL VOLONTARIATO EUROPEO”
Venerdì 22, sabato 23 e domenica 24 Settembre torna per il tredicesimo anno Puliamo il Mondo, la più grande campagna di volontariato ambientale organizzata in Italia da Legambiente con la collaborazione della Rai ed il patrocinio del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del territorio, del Ministero dell'Istruzione Università e Ricerca, dell'ANCI, dell'UPI, di Federparchi, della Rappresentanza a Milano della Commissione Europea, dell'UNCEM e dell'UNEP.
Moltissime quest’anno le adesioni pervenute da tutte le regioni, ma il record delle partecipazioni per il quarto anno consecutivo è tutto toscano. La nostra regione infatti, è la prima in Italia in termini percentuali di adesioni sul totale di comuni. Sono 174 su 287 i comuni toscani partecipanti alla tredicesima edizione di “Puliamo il Mondo”, il 59% sul totale, numeri che confermano il consolidamento di un’importante sensibilizzazione nei confronti delle problematiche ambientale da parte della cittadinanza toscana.
Crescono quest’anno le adesioni anche nella provincia di Siena: 26 comuni su 36 (72% di adesioni sul totale), conferma, come lo scorso anno, l’en plein la provincia di Prato con il 100% dei comuni partecipanti (7 su 7). Segue Firenze con 41 comuni su 44 ed il 92% delle adesioni, Grosseto con 20 comuni su 28 ed il 71% delle adesioni, Pisa con 27 comuni su 39 ed il 69% delle adesioni, Arezzo con 22 comuni su 39 e il 56% delle adesioni. Livorno con 11 comuni su 20 ed il 55% delle adesioni, Lucca con 10 comuni su 35 ed il 28% delle adesioni, Pistoia con 7 comuni su 22 partecipanti ed il 31% delle adesioni sul totale, Massa Carrara con 3 comuni su 17 ed il 17% delle adesioni.
In tutta la regione, nel 2006 è prevista la partecipazione di un totale di 40 - 50 mila volontari, di cui quasi la metà saranno bambini e ragazzi provenienti dalle 140 scuole toscane tra elementari, medie e superiori che hanno aderito a Puliamo il Mondo, con la partecipazione di molte associazioni di volontariato sociale, culturale, sportivo e ricreativo. Grandi e piccini armati di guanti, sacchi e ramazze ripuliranno ben 352 aree disseminate in tutto territorio regionale fra spazi verdi, boschi, fiumi, parchi cittadini, aree limitrofe alle strade di grande traffico, spiagge, ecc. Ai tanti “ecomoschettieri” che si presenteranno sui luoghi da ripulire, verranno forniti gratuitamente cappello con visiera, pettorina, guanti gommati, vademecum sugli stili di vita ecocompatibili, e assicurazione.
Quest’anno, in occasione del quarantennale dell’alluvione del 1966, molte iniziative di Puliamo il Mondo si svolgeranno lungo l’asta dell’Arno. Gli “Angeli del Fango” di Firenze, ovvero coloro che nel ‘66 aiutarono a ripulire case, strade, cantine e negozi dal fango dell’alluvione, parteciperanno il 24 Settembre ad alcune delle iniziative di Puliamo il Mondo rivolte alla messa in sicurezza dell’Arno stesso.
Puliamo il Mondo è la declinazione italiana di “Clean Up The World”, una campagna di volontariato ambientale che dal 1993 coinvolge 120 paesi diversi. L’iniziativa è stata portata in Italia da Legambiente, e rappresenta la campagna di volontariato per l’ambiente più partecipata del nostro Paese. In questi tredici anni vi hanno preso parte oltre 7 milioni di persone: solo in Toscana sono state oltre 600.000
"La partecipazione attiva dei cittadini a giornate di volontariato come quella di Puliamo il Mondo territorio è bel segnale per scuotere le amministrazioni e chiedere una diversa determinazione nell'affrontare la questione di un corretto smaltimento dei rifiuti - spiega Ermete Realacci, presidente onorario di Legambiente - Puliamo il Mondo è un'azione simbolica ma estremamente concreta, che ha avuto il merito di recuperare numerosi luoghi al degrado e, allo stesso tempo, di promuovere una nuova attenzione sul territorio. Quest'anno, qui a Firenze, avrà anche un valore simbolico in più. Sarà, infatti, una sorta di giornata preparatoria al quarantennale degli Angeli del Fango, i volontari che prestarono i loro soccorsi nella tragica alluvione di Firenze. Questa data, come ho presentato in una recente mozione parlamentare, deve diventare una ricorrenza sul volontariato internazionale da tenersi ogni anno a Firenze. Ricordare ciò che accadde qui 40 anni fa è fondamentale per accrescere la consapevolezza della funzione primaria della cittadinanza attiva e del volontariato per rendere meno fragile e più compatibile con l'ambiente il nostro territorio."
“Cresce in Toscana la partecipazione delle scuole a Puliamo il Mondo - commenta Piero Baronti, presidente di Legambiente Toscana – Le iniziative di quest’anno infatti, si concentrano soprattutto nei giorni di venerdì 22 e sabato 23. E’ un risultato importante, che testimonia la crescente attenzione degli insegnanti nei confronti dell’educazione dei ragazzi al rispetto dell’ambiente. Saranno infatti ben 140 scuole toscane che nei giorni del 22, 23 e 24 settembre saranno impegnate con migliaia di studenti alla cura del territorio toscano. Questo è già da solo un risultato importante, ma non sufficiente. Puliamo il Mondo non deve restare un’esperienza episodica, ma l’educazione ambientale deve diventare una materia di studio a tutti gli effetti e nel corso di tutto l’anno scolastico.”
Per informazioni sulle iniziative locali, contattare i circoli locali di Legambiente o i comuni interessati (www.legambientetoscana.it oppure www.puliamoilmondo.it)

Ufficio Stampa di Legambiente Toscana (349.2588489 – 055.6810330)

Torna ai comunicati stampa