03/10/2006 - FINANZIARIA 

LEGAMBIENTE TOSCANA ACCUSA: “CANCELLATO IL 5 PER MILLE,

DIMENTICATO IL VOLONTARIATO”

“L’attenzione nei confronti del terzo settore è pari a zero. La mancata riproposizione del 5 per mille in finanziaria penalizza fortemente il volontariato”. Legambiente Toscana, commenta così l’assenza, nella legge finanziaria, della norma introdotta nel 2005 che prevedeva la possibilità di destinare una quota pari al 5 per mille dell’Irpef al volontariato, alla ricerca scientifica e sanitaria, alle università, alle attività sociali svolte dal comune di residenza del contribuente.

“Pur criticando la finanziaria dello scorso anno, avevamo salutato con grande favore questa misura introdotta da Tremonti nel 2005. Oggi, se di dimenticanza si è trattato, essersi scordati il 5 per mille – prosegue Legambiente – dà l’idea dell’attenzione, assai scarsa, che viene riservata al volontariato. Se invece la decisione è stata ponderata, beh, allora siamo davvero allibiti. In ogni caso, è evidente, auspichiamo un repentino ripensamento e la reintroduzione di questa norma”.

L’Ufficio Stampa Legambiente Toscana
(055 6810330)

Torna ai comunicati stampa