09/02/2007 - cene a lume di candela 

LEGAMBIENTE
Comitato Regionale Toscano
Via G. Orsini, 44 - 50126 Firenze - Tel. 055 6810330 - Fax. 055 6811620

Firenze, 9 Febbraio 2007 Comunicato Stampa

CENE A LUME DI CANDELA:
IL 14 FEBBRAIO PER GLI INNAMORATI, 1L 16 PER TUTTI!

LEGAMBIENTE: FESTEGGIAMO SENZA LUCI IL COMPLEANNO DI KYOTO,
SOLO CANDELE PER ILLUMINARE LE SALE DEI RISTORANTI

Firenze – Grande adesione dei ristoranti e delle pizzerie, dei circoli e delle enoteche, ai festeggiamenti per l’entrata in vigore del protocollo di Kyoto. Il 16 febbraio ricorre infatti il secondo anniversario del protocollo di Kyoto e molte sono le iniziative organizzate in occasione di questa data per sensibilizzare l’opinione pubblica. Anche i locali della ristorazione, sotto l’impulso di Legambiente e grazie anche alla collaborazione di Slow Food, hanno deciso di contribuire all’opera organizzando delle serate a lume di candela.
La proposta delle CENE A LUME DI CANDELA viene dalla campagna “M’illumino di meno” della trasmissione Caterpillar di Radio Due alla quale Legambiente, che già organizza, per tutta la settimana dal 12 al 18 febbraio, la campagna “Settimana Amica del Clima”, ha dato adesione.
In occasione del terzo anniversario dell’entrata in vigore del Protocollo di Kyoto (16 Febbrario 2005) – Legambiente insieme a Slow Food, Arci e Comune di Firenze promuove le cene a lume di candela. Sono 38, al momento, i ristoranti di Firenze e provincia che organizzano una serata a tema per promuovere simbolicamente il risparmio energetico e per richiamare l’attenzione sui gravi problemi ambientali connessi ai cambiamenti climatici: dai grandi ristoranti del centro come l’Enoteca Pinchiorri, ai Circoli Arci che gestiscono pizzerie nella periferia, come l’Osteria del Leone a Lastra a Signa; dalle trattorie tipiche come la Locanda Borgo Antico a Greve, ai ristoranti vegetariani (via delle Ruote a Firenze e La Fonte a Montespertoli) e macrobiotici (piazza Tasso). Anche celebri locali come il Teatro del Sale, il Cibreo e le Giubbe Rosse non hanno mancato di sostenere l’iniziativa e così nuovi ristoranti come il Frescobaldi Wine Bar e il Cenacolo del Pescatore. I locali dei Comuni di provincia, come l’antica Trattoria Sanesi a Lastra a Signa, l’Osteria vegetariana di Arzach a Sesto Fiorentino, o il ristorante dell’hotel Bellavista all’Impruneta, sono stati altrettanto entusiasti nel partecipare. Quasi scontata l’adesione del Ristorante Celestino a Firenze, che tutte le sere offre cene a lume di candela, anche se con una soffusa illuminazione elettrica, che sarà del tutto eliminata la sera del 16. Buona notizia anche per gli amanti del pesce che vogliono festeggiare Kyoto, anche il ristorante Skipper di Firenze aderisce.
Al castello di Verrazzano invece l’iniziativa si terrà il 17 e sarà organizzata da Slow Food Chianti con la partecipazione del Presidente onorario di Legambiente, Ermete Realacci.
Grande successo, insomma, per quella che, come spiega Piero Baronti, Presidente di Legambiente Toscana, “vuole essere un’iniziativa simbolica in favore del risparmio energetico. Non si propone – continua - di tornare alla candela, ma si può e si deve fare di più per limitare gli sprechi di risorse e l’inquinamento che porta all’effetto serra”.
"L'Arci da tempo si mobilita per la diffusione delle pratiche di consumo consapevole contro un modello di sviluppo insostenibile sotto il profilo ambientale e sociale - Dichiara Gregorio Malavolti, resp. internazionale e consumo consapevole Arci Firenze – e sempre più sono i Circoli che scelgono la raccolta differenziata dei rifiuti spinta, il risparmio energetico e la produzione di energie rinnovabili".

  Di seguito l’elenco dei locali aderenti:

Boccanegra: via Ghibellina 124/r (slow food)
Cavolo Nero: via dell’Ardiglione 22 (zona p.za del Carmine) (slow food)
Cenacolo del Pescatore: Borgo Ognissanti , 68/r, Firenze
Cibrèo: via A. del Verrocchio 8r / via dei Macci 122r, Firenze
da Lino: via S. Elisabetta, 6/r (slow food)
Enoteca Gustavino: via Condotta, 37r, Firenze. (slow food)
Enoteca Nazionale Pinchiorri: Via Ghibellina, 87, Firenze
Frescobaldi Wine Bar: via de' Magazzini, 2/4r, Firenze
Gran caffè Ristorante Giubbe Rosse: Piazza della Repubblica 13/14 r, Firenze (slow food)
Hotel Ristorante Bellavista Impruneta: Via della Croce 2, Impruneta (FI)
Il giglio rosso: via del giglio (slow food)
La Sosta del Rossellino, Via del Rossellino, 2r, Settignano, Firenze
Lobs: via Faenza 75/77, Firenze
Locanda Borgo Antico: via case sparse 115-loc. Lucolena, Greve in Chianti (FI)
L'osteria di Arzach - Centro Naturale: Via del Casato, 18, Sesto Fiorentino (FI)
Osteria del Leone: Via Gramsci 196, Loc.S.Ilario a Settimo, Lastra a Signa (FI)
Osteria Godò: piazza Edison 4, Firenze
Osteria La Gramola: via Delle Fonti, 1 - Tavarnelle V.P (FI)
Osteria Pape: via Montebello 86, Firenze
Osteria Pepo: via Rosina 6, Firenze
Ristorante Celestino: Piazza Santa Felicita 4/r, Firenze
Ristorante Vegetariano La Fonte: Via di Lucignano, 15, Montespertoli (FI)
Ristorante Vegetariano: via delle Ruote, 30/r, Firenze
Ristorante Villa Fiesole: Via Beato Angelico 35 (slow food)
Skipper: via Alfani 7/8, Firenze
Teatro del Sale: via dei Macci 111r, Firenze
Tranvai: p.za Tasso n. 14/r (slow food)
Trattoria Sanesi: Via dell'Arione, 33, Lastra a Signa (FI)
Trattoria  Boboli: via romana 45r (slow food)
Zupperia Canova di Gustavino: Via Condotta, 29r, Firenze.

Castello di Verrazzano – Greve in Chianti (FI) (iniziativa slow food che si terrà il 17 febbraio)

ADESIONI ARCI:

Circolo Arci San Bartolo a Cintoia - Via di san Bartolo a Cintoia 95, Firenze;
Circolo Arci 25 Aprile - Via Bronzino 117, Firenze;
Circolo Arci Isolotto -  via Maccari 104, Firenze;
Circolo Arci Tripetetolo Le Due Strade - via Livornese 108, Lastra a Signa (Fi);
Crc Antella - Via Pulicciano 53, Bagno a Ripoli (Fi);
(aperitivi a lume di candela, musica dal vivo in acustico, proiezioni di film/documentari sui problemi del clima e della sostenibilità, etc.).

(L’ufficio stampa di Legambiente Toscana 055/6810330)


Torna ai comunicati stampa