05/05/2007 - PICCOLA GRANDE ITALIA A VAIANO CON IL PRESIDENTE DELLA REGIONE 

LEGAMBIENTE - CIA - ENEL

Prato, 5 maggio 2007 Comunicato Stampa

IL PRESIDENTE DELLA REGIONE TOSCANA CLAUDIO MARTINI
E IL PRESIDENTE DI LEGAMBIENTE TOSCANA PIERO BARONTI
HANNO INAUGURATO QUESTA MATTINA A VAIANO IN VAL DI BISENZIO LA 4ª
EDIZIONE DELLA "FESTA DEI PICCOLI COMUNI" IN TOSCANA
E LA MOSTRA DI PRODOTTI TIPICI ORGANIZZATA A VAIANO
UN FINE SETTIMANA ALLA SCOPERTA DEL PATRIMONIO STORICO, CULTURALE,
RURALE E DEI SAPERI E SAPORI DIMENTICATI


Si è aperta questa mattina, ufficialmente, a Vaiano in provincia di Prato presso l’antico e suggestivo borgo di Fabio la 4ª edizione toscana di “Voler Bene All’Italia”, iniziativa che a livello nazionale ha raggiunto quest’anno oltre 2000 adesioni. Scopo della Festa della Piccola Grande Italia, promossa da Legambiente, con la collaborazione di Enel e di tanti altri soggetti, nata sotto l’alto patronato del Presidente della Repubblica e sostenuta in Toscana dal patrocinio e contributo della Regione Toscana, è coinvolgere e valorizzare i Piccoli Comuni per rispondere alle sfide del futuro, secondo quell’intuizione che vede nell’identità, nel territorio, nell’innovazione e nella qualità, quei volani essenziali per uno sviluppo solido e duraturo. È marcatamente alla promozione del territorio, dell’agricoltura e della produzione di qualità, del turismo sociale, che sono ispirate le iniziative in programma a Vaiano e dintorni.
In occasione della Festa della Piccola Grande Italia, infatti, i Comuni di Vaiano, Cantagallo e Vernio e Legambiente, Cia e Comunità Montana Val di Bisenzio con il sostegno della Provincia di Prato hanno organizzato due giorni di iniziative, sabato 5 e domenica 6 maggio, alla scoperta dell’Anpil (Area Naturale Protetta di Interesse Locale) della Calvana.
Anche l’evento di punta e di apertura ufficiale della campagna regionale a Vaiano che ha ospitato il Presidente della Regione Toscana Claudio Martini ed il Presidente nazionale di Legambiente Roberto Della Seta è stato all’insegna della valorizzazione delle produzioni agroalimentari che stanno riprendendo vigore nella vallata. Il programma è stato ridotto a causa della pioggia battente che non ha permesso lo svolgimento della cerimonia all’aperto ma non sono mancati spunti interessanti come una degustazione di prodotti tipici e la partenza di un gruppo di cavalieri lungo l’Ippovia della Val di Bisenzio in direzione della Calvana. “Anche la pioggia ha un valore di buon augurio – ha detto Claudio Martini – per questa festa che si sta consolidando anno dopo anno e che mette in evidenza il contributo che offrono le piccole realtà locali alla crescita della vita nazionale. Molto spesso – ha aggiunto – proprio nei piccoli comuni si trova una vitalità e una qualità della vita superiore a quella delle grandi città senza contare il loro patrimonio di cultura e tradizioni che merita grande attenzione e di rimanere sempre vivo”. “Questa manifestazione – ha sottolineato il sindaco di Vaiano Annalisa Marchi – mette in evidenza l’inizio di un grande lavoro che abbiamo intrapreso per la promozione del nostro territorio, della Calvana e di tutta la Val di Bisenzio. Per questo motivo siamo contenti e orgogliosi di ospitare questa bella iniziativa di Legambiente”.
La “due giorni” è vista come trampolino per rilanciare sia i prodotti più tradizionali (olio, farina di castagne, miele, tortelli, biscotti, formaggi), sia alcune vere e proprie eccezionalità, come le carni della Calvana (Presidio Slow Food) a alcuni vini prodotti in Val di Bisenzio, uno dei quali prodotto dalle uve di un vigneto impiantato agli inizi del novecento, vero e proprio reperto di “archeologia agricola”. “La festa della Piccola Grande Italia, per la Confederazione Italiana Agricoltori – ha dichiarato Andrea Terreni, Presidente della Cia di Prato - è un’occasione per valorizzare il territorio, i prodotti tipici locali e le aziende agri-turistiche. La manifestazione di Prato non solo sostiene questi valori in generale, ma coinvolge e fa conoscere proprio aziende a noi associate, come l’Agriturismo Il Ponticello, dove il Presidente della Regione Toscana Claudio Martini inaugurerà la mostra di prodotti tipici, e l’azienda agricola S. Stefano a Montecuccoli, a Cantagallo, dove sarà possibile una degustazione. La “due giorni” di iniziative prevede inoltre la promozione dell’ippovia e delle carni di razza Calvanina, razza rustica, autoctona, adattatasi a vivere in ambienti montani come quello della Calvana”.
Marco Ciani, presidente della Comunità Montana Val di Bisenzio, ha sottolineato come elemento di grande valore della Festa della Calvana sia anche la scelta del tema ambientale delle iniziative. Infatti nel pomeriggio di oggi, sabato 5 maggio, si terrà anche l’escursione alla Calvana, con partenza da piazza della Badia a Vaiano, iniziativa seguita dalla diretta del tg3 regionale, che coinvolgerà il gruppo trekking, i ciclisti ed i cavalieri, che potranno così sfruttare la nuova ippovia, recentemente creata per valorizzare il territorio, gli agriturismi e le altre realtà ricettive che lo animano. Sul tardo pomeriggio animazione (aquiloni, asini, cavalli e carrozze, mucche razza calvanina, forestale a cavallo, vab mezzi antincendio e arcieri), passeggiata alla ricerca del prugnolo con i micologi dell’associazione “il prugnolo” e visita guidata alle grotte della Calvana con i geologi del CAI. Infine cena con prodotti tipici locali e degustazione di carne di razza calvanina, il tutto accompagnato da un intrattenimento musicale con i “Maggiaioli”.

L’ufficio stampa di Legambiente Toscana 055.6810330
L’ufficio stampa della Comunità Montana Val di Bisenzio Fabrizio Lucarini 340.7612178


Torna ai comunicati stampa