27/04/2007 - MONTEVERDI: NO AL NUCLEARE, NO AL CARBONE, SI' ALL’EOLICO ! 

legambiente comitato regionale toscano

Firenze, 27 aprile 2007 comunicato stampa

NO AL NUCLEARE, NO AL CARBONE, SI' ALL’EOLICO !

per proteggere l’ambiente non solo a parole

APPELLO DI LEGAMBIENTE
PER IL REFERENDUM NEL COMUNE TOSCANO

Legambiente Toscana, e le organizzazioni regionali toscane di Ambiente e Lavoro, Fondazione Toscana Sostenibile, Sinistra Ecologista, Amici della Terra, Arci, Arcicaccia Toscana, Confederazione Italiana Agricoltori, Cgil, Cisl, Uil e Confesercenti, invitano tutti i residenti di Monteverdi con diritto al voto ad andare alle urne domani ad esprimersi con un SI all'eolico.
L’energia prodotta dal vento è una risorsa pulita e una ricchezza del territorio, il turismo e l’economia della zona infatti ne sarebbero avvantaggiati, in particolare i turisti nord europei, che conoscono e apprezzano l’energia eolica, preferiscono scegliere le zone e le strutture turistiche e residenziali che utilizzano le energie rinnovabili. Inoltre fa bene all’ambiente: uno studio di Greenpeace International riporta che fino al 34% di energia elettrica prodotta nel Paese può essere ricavata dall’eolico entro il 2050. Altri Paesi europei, come Germania e Danimarca, sono già molto sviluppati da questo punto di vista. A quanti temono l’impatto di questi impianti, si ricorda che non fanno rumore e non danneggiano l’ambiente né le persone. Inoltre non c’è pericolo neanche per l’avifauna poiché le moderne turbine con pale di 30/40m ruotano lentamente, circa 15-30 giri/minuto, sono ben visibili e gli uccelli le evitano. Puntare sull’eolico è importante perché è un modo per dare un contributo importante ad arginare l’effetto serra. Il nostro ambiente oggi è fortemente minacciato dai cambiamenti climatici in corso, che provocano processi di desertificazione diffusi, un aumento degli eventi estremi, lo scioglimento dei ghiacciai con conseguente innalzamento del livello di mari. Il ricorso all'energia rinnovabile può invece permettere di abbassare la febbre del pianeta e quindi di proteggere il clima e il nostro ecosistema.
Dire sì all'eolico significa infine togliere argomenti alle guerre e ai terrorismi e quindi favorire la pace, perché, essendo una fonte rinnovabile, pone un'alternativa alla competizione tra popoli dovuta alla scarsità delle risorse energetiche.

(L'ufficio Stampa di Legambiente Toscana 055/6810330)


Torna ai comunicati stampa