14/05/2007 - TERRAFUTURA 2007 le iniziative di Legambiente 

Firenze, 14 maggio 2007 Comunicato stampa

TERRAFUTURA
18-20 maggio Firenze, Fortezza da Basso

LEGAMBIENTE PARTNER DELLA MOSTRA CONVEGNO INTERNAZIONALE
CON NUMEROSE INIZIATIVE

DAL RISPARMIO ENERGETICO ALLE BIORAFFINERIE,
AI PICCCOLI COMUNI PER LA PACE E SOSTENIBILITA’


“Terra Futura, una delle maggiori occasioni di riflessione sulle buone pratiche nel mondo, focalizza quest’anno il suo impegno sul tema del lavoro. Una chiave di discussione, a nostro avviso, di estrema rilevanza, perché è più che mai evidente che anche il rilancio dell’occupazione e il diritto del lavoro passano attraverso la sostenibilità ambientale e sociale”. Interviene così Maurizio Gubbiotti, coordinatore della Segreteria nazionale di Legambiente alla presentazione odierna della quarta edizione di Terra Futura, la mostra convegno internazionale delle buone pratiche di sostenibilità ambientale, economica e sociale, organizzata dal 18 al 20 maggio alla Fortezza da Basso di Firenze, e di cui Legambiente è partner insieme ad Arci, Banca Etica, Caritas Italiana, Cisl, Fiera delle UtopieConcrete, Fondazione Culturale Responsabilità Etica.
“La via della sostenibilità – dice Gubbiotti – è quella da percorrere non solo per tutelare ambiente, salute, diritti umani e accesso ai beni comuni, ma anche per sviluppare una nuova produttività e creare nuove prospettive d’impiego. E, oggi, la questione energetica - che si presenta con la drammatica evidenza dei mutamenti climatici e delle loro conseguenze sul pianeta - può aprire molte porte all’economia. Gli obiettivi di riduzione delle nostre emissioni di CO2 posti dal protocollo di Kyoto sono anche una grande opportunità per il rilancio dell’occupazione. Ripensare le nostre politiche energetiche, puntando sul potenziamento delle fonti pulite, implica una riorganizzazione e uno sviluppo di tecnologie e settori che sono altrettante occasioni di nuovi posti di lavoro. E’ anche un impegno necessario per rompere l’intreccio tra mutamenti climatici, salute e povertà che grava su buona parte della nostra terra”. Legambiente, partner di Terra Futura, apre la tre giorni, il 18 maggio, con il convegno “Bioraffinerie” per discutere dell’alternativa ecologica alle produzioni petrolchimiche. Dopo aver spiegato come si sviluppano e come si possono migliorare le filiere agroindustriali, saranno presentate alcune delle esperienze più innovative del settore. Interverrà, tra gli altri, Catia Bastioli, amministratore delegato di Novamont, per descrivere il nuovo impianto umbro per produrre bio-plastica da mais e girasole di produzione locale, sulla spinta dell’ultima finanziaria che vieterà dal 2010 tutti i sacchetti di plastica non biodegradabile. Tra i relatori anche Vittorio Agnoletto europarlamentare e Francesco Ferrante, direttore nazionale di Legambiente. Per chi fosse interessato invece al tema delle rinnovabili, tre laboratori di buone pratiche: il venerdì saranno presentati i benefici ambientali ed economici dell’utilizzo dell’energia solare in ambiente domestico, la domenica quelli per il fotovoltaico e il sabato le nuove opportunità offerte dalla finanziaria 2007 in campo di rinnovabili.
La domenica toccherà a VerdeNero - Storie di Ecomafia, la nuova collana di Edizioni Ambiente nata in collaborazione con Legambiente: dal racket di animali agli ecomostri, dall’abusivismo edilizio ai rifiuti tossici. Previsti altri tre incontri dedicati all’editoria: una discussione con lo scienziato Marcello Cini sul suo ultimo libro “Il supermarket di Prometeo, la presentazione del volume “Vivi con Stile” di Andrea Poggio e della “Classifica Ecologica delle auto in commercio in Italia”.
Tra i grandi eventi, a chiudere, la domenica, l’incontro “Castelli di Pace”, piccoli comuni per la sostenibilità, in cui verrà lanciata la “Carta di azioni” che Legambiente propone ai comuni della rete per rendere concreto il loro impegno per la pace e la sostenibilità. Con l’occasione sarà presentato il festival Castelli di Pace organizzato dal 3-5 agosto in Irpinia.
Sarà presente, ovviamente, anche una vasta area espositiva. Legambiente ospiterà 15 aziende o enti che si sono distinti nelle buone pratiche di sostenibilità nel campo della chimica verde e quindi della sostituzione di materie prime di origine petrolifera con materie di origine vegetale; si potranno comprare molti di questi prodotti innovativi, vernici, creme e shampoo effettivamente di origine vegetale, ma anche pannolini, le prime scarpe fatte senza l'uso di prodotti chimici tossici, prodotti realizzati a partire dalla canapa, sarà inoltre presentato il mercatino delle bioplastiche che illustrerà e distribuirà ai visitatori le ultime novità del settore, verrà distribuito gratuitamente del gelato artigianale in coppette di bioplastica e la raccolta dei rifiuti avverrà utilizzando un prototipo di raccoglitore e si avvierà un sondaggio sui colori per identificare univocamente e finalmente in tutta Italia, un colore per ciascuno dei materiali che vengono raccolti con la raccolta differenziata. Domenica nello stand del mercatino delle bioplastiche si svolgerà una tappa della caccia al tesoro.

L’ufficio stampa di Legambiente 0556810330

Torna ai comunicati stampa