22/12/2007 - ACCORDO SULL'EX ZUCCHERIFICIO DI CASTIGLION FIORENTINO 

LEGAMBIENTE
COMITATO REGIONALE TOSCANO

ACCORDO SULL'EX ZUCCHERIFICIO DI CASTIGLION FIORENTINO

LEGAMBIENTE: ABBIAMO OTTENUTO IMPORTANTI RISULTATI.
ADESSO I CONTRATTI CON GLI AGRICOLTORI


Legambiente prende atto con soddisfazione dell'accordo raggiunto in Regione per la riconversione dell'ex zuccherificio Sadam di Castiglion Fiorentino. Questa intesa infatti, oltre a salvaguardare l'occupazione di un'importante area industriale della toscana, consentirà di avere uno dei primi impianti italiani alimentati esclusivamente da materie prime agricole locali e di produrre calore ed elettricità da fonti rinnovabili, solare compreso. L'ottenuta riduzione ulteriore di potenza dell'impianto a biomasse, inoltre, allontana ulteriormente il timore, che aveva colto alcuni cittadini, che le biomasse diventino un cavallo di Troia per bruciare rifiuti.
"A questo punto, per dare consistenza a questo accordo, è determinante la conclusione dei contratti con gli agricoltori – spiega Beppe Croce, responsabile ruralità ed agrienergie di Legambiente Toscana - Legambiente si è impegnata a favorire questa intesa e si impegnerà a controllare che questa non venga svalutata".
L'associazione ambientalista chiede inoltre che il risanamento dell'area sia anche l'occasione per valorizzare e proteggere quell'importante oasi di protezione della fauna migratoria che si trova proprio all'interno della proprietà dell'ex-zuccherificio.



Torna ai comunicati stampa