21/12/2007 - LEGAMBIENTE SULLA FIRMA DEI RIFIUTI DEI BAGNOLI A PIOMBINO 



LEGAMBIENTE SULLA FIRMA DEI RIFIUTI DEI BAGNOLI A PIOMBINO


Sulla firma dell´Apq relativo allo spostamento dei rifiuti da Bagnoli a Piombino, Legambiente (nazionale, regionale e il circolo di Piombino) dichiara che «L´impostazione nazionale dell'operazione ha una radice irriducibilmente sbagliata. Primo perché si dissipano risorse per far viaggiare i rifiuti; secondo perché si portano dove ce ne sono già in esubero».
Sulla parte locale, Lucia Venturi della segreteria nazionale di Legambiente, Fausto Ferruzza della segreteria regionale e Adriano Bruschi, presidente circolo Val di Cornia, osservano che «le ragioni della soluzione strutturale da dare ai rifiuti di Piombino, alle bonifiche, all´ambientalizzazione delle fabbriche, sono state introdotte nell'accordo dalla Regione dopo che il sindaco di Piombino le aveva liquidate, anche pubblicamente, come "un problema della Lucchini". Su queste ragioni Legambiente si è spesa e non può non rivendicare il proprio ruolo propositivo proprio mentre, nei fatti, gli viene riconosciuto dal nuovo testo firmato oggi».


Torna ai comunicati stampa