29/04/2008 - 9 - 10- 11 maggio: torna per la quinta volta Voler Bene all'Italia 

Firenze, 29 Aprile 2008 Comunicato Stampa


9-10-11 MAGGIO 2008
SI CONFERMA L'APPUNTAMENTO ANNUALE NEI PICCOLI COMUNI:
“VOLER BENE ALL’ITALIA” GIUNGE ALLA QUINTA EDIZIONE

ALLA FESTA DELLA PICCOLA GRANDE ITALIA
PARTECIPANO I PICCOLI COMUNI TOSCANI
INSIEME AD UN VASTO NETWORK DI ALTRI SOGGETTI
ISTITUZIONALI E ASSOCIATIVI

RICCO PROGRAMMA DI INIZIATIVE IN TUTTA LA REGIONE

DOMENICA A MURLO IL PRESIDENTE DELLA REGIONE TOSCANA MARTINI
SOSTERRÀ LA TOSCANA DELLE PRODUZIONI DI QUALITÀ,
SABATO A SCANSANO FESTA AL PARCO EOLICO
PER DIRE SÌ ALLE RINNOVABILI,
VENERDÌ A LONDA ALLE PORTE DEL PARCO NAZIONALE
EDUCAZIONE AMBIENTALE PER LE SCUOLE


Il 9, il 10 e l'11 maggio prossimi non ci sarà che l'imbarazzo della scelta per i cittadini che vorranno approfittare della festa dei Piccoli Comuni per conoscere il territorio regionale più nascosto. Ritorna infatti la tre giorni di Voler bene all'Italia, l'iniziativa clou della campagna PiccolaGrandeItalia mirante alla valorizzazione dei piccoli centri, promossa come ogni anno da Legambiente con la collaborazione di Enel e Regione Toscana e nata nel 2004 sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica. Una tre giorni per dar voce alle esigenze e alle virtù dei Piccoli Comuni che in Toscana ogni anno aderiscono in massa alla campagna: oltre 100, e destinate a crescere nei prossimi giorni, le adesioni finora pervenute.

Giornate di festa e di approfondimento organizzate nei campanili toscani, anche i più piccoli o isolati, promuovendo prodotti tipici, tradizioni, artigianato artistico ma anche innovazione e sperimentazione. IL FUTURO ABITA QUI è infatti il leit motiv di questa edizione di Voler bene all'Italia.

“Sono i Piccoli Comuni - ha spiegato il presidente di Legambiente Toscana Piero Baronti, nella conferenza stampa regionale di presentazione delle iniziative toscane di Voler Bene all’Italia, ospitata presso la sala stampa della Giunta Regionale e alla quale è intervenuto anche l’assessore al rapporto con gli Enti Locali Agostino Fragai - i centri in cui si producono molti di quei prodotti che rendono il Made in Italy altamente competitivo sui mercati internazionali, quelli delle DOP e delle IGP. Sono le economie che mixano saperi antichi e innovazione tecnologica quelle che, cercando di andare incontro all'eco-compatibilità e alle vocazioni territoriali, si mostrano più avanzate e sostenibili. Sono i Piccoli Comuni quelli che maggiormente puntano sulla produzione diffusa di energia da mix di fonti rinnovabili, nei quali si implementano impianti a biomasse con filiera corta, solare termico e fotovoltaico, perché l'abbattimento dei costi in questi luoghi si coniuga con la sostenibilità ambientale”.

Le iniziative principali organizzate quest’anno in Toscana sono pensate proprio per valorizzare la soft-economy e la produzione di qualità, l’innovazione e la sostenibilità ambientale, la qualità culturale e ambientale del territorio.

Ecco allora perché venerdì 9 maggio si è scelto di aprire la tre giorni nel Comune di Londa (FI) insieme alle scuole, alle quali saranno proposti laboratori, escursioni e momenti di conoscenza delle tradizioni del piccolo comune della montagna fiorentina alle porte del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi. Sabato 10 a Scansano (GR) si festeggerà la “Piccola Grande Italia in marcia per il clima” insieme all'assessore all'ambiente della Regione Toscana Anna Rita Bramerini. Nel Comune infatti, oltre alla cura di produzioni agricole di qualità e alla tutela dei beni culturali, storici e architettonici, è stato nettamente intrapreso un percorso mirante alla produzione di energia pulita, sia grazie alla realizzazione del parco eolico, sia grazie alla prossima approvazione nel regolamento edilizio di misure miranti all'eco-efficienza degli edifici e alla produzione energetica diffusa da fonti rinnovabili. A Murlo (SI), domenica 11 maggio, si terrà l'iniziativa “La Piccola Grande Italia della soft economy”, mirante alla promozione delle produzioni locali di qualità, alla quale interverrà anche il Presidente della Regione Toscana Claudio Martini. Da una agricoltura di qualità dipendono infatti molte delle opportunità di sviluppo dei piccoli Comuni, che trovano nella campagna e nei suoi prodotti il motore per promuovere e valorizzare la propria dimensione territoriale.

Proprio l’attenzione dedicata dalla campagna Voler Bene all’Italia ai temi dell’agricoltura e della ruralità, hanno consolidato il forte ruolo tra i partner dell’iniziativa giocato dalle associazioni dei produttori agricoli.

“Per la Confederazione italiana agricoltori la festa dei Piccoli Comuni è diventata ormai un appuntamento fisso nell'agenda politica, un'occasione ricorrente per valorizzare il ruolo delle aree rurali – ha dichiarato Giordano Pascucci, Presidente di CIA Toscana – Siamo contenti di poter collaborare ogni anno con Legambiente per dar voce a quelle aree della nostra regione meno conosciute ma ricche di patrimonio culturale, tradizioni, qualità ambientale e importanti attività produttive. Voler Bene all'Italia è il momento per promuovere le imprese agricole, la multifunzionalità e la qualità dei prodotti”.

Dello stesso avviso Tullio Marcelli, Presidente di Coldiretti Toscana, che in una nota ha evidenziato: “I piccoli comuni rappresentano un patrimonio inestimabile: sono l’habitat ideale per un’agricoltura di qualità, autentici scrigni ricchi di prodotti che, nel nome, riflettono lo stretto legame con il territorio, e dunque con la cultura, le tradizioni e i saperi locali. Sono realtà che, anche dal punto di vista economico, rappresentano un’occasione di crescita per la nostra regione. Si tratta di enti che coprono una bella fetta del territorio toscano, ma che presentano una bassa densità di popolazione e un livello di inquinamento contenuto. Se a questo aggiungiamo che, in queste realtà, si dà la preferenza al consumo di alimenti a chilometri “0”, si capisce che rappresentano davvero risorse preziose per contenere lo sviluppo di CO2 e dunque per combattere l’inquinamento”. La novità di quest'anno è che la PiccolaGrandeitalia non si festeggia più solo sui territori: il 20 aprile quattro dei nostri Piccoli Comuni, Bagnone (MS), Capalbio (GR), Scansano (GR) e Stia (AR) si sono messi in mostra a Roma in via dei Fori Imperiali per testimoniare insieme a molti altri Piccoli Comuni italiani il valore delle numerose piccole realtà territoriali che, con le loro caratteristiche, la loro storia, le loro tradizioni, le loro bellezze fanno grande l’Italia, anche quella in formato mignon. Altra festa in trasferta quella organizzata dal Comune di Vaiano (PO) che trascorrerà il week-end in Sardegna nel piccolo Comune di Atzara, con cui è gemellato nell'ambito dell'iniziativa Sapori del Mediterraneo.

Oltre a quelli finora menzionati, molti altri gli eventi che si realizzeranno nei comuni di tutte le province toscane. Per citarne solo alcuni, chi abita in provincia di Arezzo potrebbe recarsi a Pergine Valdarno per vedere l'opera appena restaurata "L'Assunta tra San Michele Arcangelo e San Giuseppe" e per visitare Santuario della Madonna della Neve a Migliari. Il Comune di Lari in provincia di Pisa organizza anche quest'anno, per PiccolaGrandeItalia, l'Enogastrolonga. La Comunità Montana del Mugello invita anche quest'anno a fare escursioni naturalistiche e propone una due giorni di trekking in occasione del 50° anniversario della UISP.

In provincia di Massa Carrara protagonisti anche quest'anno i Comuni della Lunigiana, promotori del festival e della rete di Castelli di Pace, dove si terrà un incontro tra tutti i comuni dell’area che in seguito al seminario “Edilizia sostenibile: l’impegno dei piccoli comuni sui regolamenti edilizi eco-efficienti” firmeranno un protocollo di impegno con Legambiente per la modifica dei propri regolamenti edilizi. Anche nella piccola frazione di Cerreto del Comune di Montignoso, in anteprima sulle altre manifestazioni, sarà organizzata il 4 maggio, un’iniziativa legata ai temi dell’energia, con un’apposita sezione dedicata ai ragazzi. Attenzione particolare dedicata agli under 15, nei Comuni di Firenzuola (FI), con un laboratorio sulla pietra serena che farà prendere in mano ai bimbi mazzuolo e scalpello, nella frazione di Bacchereto di Carmignano (PO), dove ci saranno laboratori e asinelli e a Pitigliano (GR), con un’estemporanea di pittura per le strade. Eventi pensati proprio per le scuole nei Comuni di Capalbio e Magliano (GR), Ortignano Raggiolo (AR), Bibbona e Castagneto Carducci (LI). Anche per gli adulti, iniziative di tutti i gusti! Sindaci e assessori ciceroni sul proprio territorio a Cutigliano (PT), Riparbella (PI) e a Castellina in Chianti (SI), Festa della musica a Barberino Val d'Elsa (FI), visita guidata alla Fattoria Granducale di Acquaviva insieme al Circolo di Legambiente e al centro culturale Gens Valia a Montepulciano(SI). Sempre rimanendo in tema di approfondimento culturale, ci saranno musei in apertura speciale o con visite guidate organizzate, con biglietto a sconto o addirittura ad ingresso gratuito, nei Comuni di Cutigliano (PT), Buonconvento (SI), Castelnuovo Berardenga (SI), Cetona (SI), Barberino Val d’Elsa (FI), Firenzuola (FI), Ortignano Raggiolo (AR), Pitigliano (GR), Roccalbegna (GR) e Buti (PT). Quasi ovunque poi banchetti per assaggi e mercatini del gusto e di prodotti locali.

Chi fosse indeciso tra più eventi e non si accontentasse di un solo week-end dedicato alla Toscana in miniatura, potrà anche approfittare dell'iniziativa del 16 maggio a Buti (PI), anch'essa organizzata sotto l'egida di Voler bene all'Italia, in cui si inaugurerà il Museo del Maggio e dell’Arte Contadina con un convegno a cui parteciperà anche l'assessore regionale Cocchi. Tra il 9 e l'11 maggio allora tutti via dalle città, andiamo a conoscere i Piccoli Comuni per festeggiare l’identità, la tradizione e la bellezza del Bel Paese: appuntamento in piazze, borghi e piccoli comuni toscani dove, con visite guidate, degustazioni, giochi, laboratori, manifestazioni tradizionali e percorsi naturalistici, si apriranno le porte a tutti i visitatori per valorizzare le bellezze e le risorse di questi territori, dal patrimonio storico-culturale alla straordinaria ricchezza di paesaggi e natura, di saperi e sapori e di convivialità (programmi completi di tutte le iniziative su www.piccolagrandeitalia.it).


ufficio stampa di Legambiente Toscana Tel. 055/68.10.330

Torna ai comunicati stampa