27/05/2008 - TAGLI AI TRENI - LEGAMBIENTE INORRIDISCE 

Firenze, 27 maggio 2008 Comunicato Stampa
SI RISPARMIA GIA' SUI SERVIZI PER FINANZIARE LE GRANDI OPERE?

"Le ferrovie non sono interessate al servizio, ma solo alla redditivit� economica dei treni. Vogliono pi� fondi per poter investire sui treni dell'alta velocit� e non sono interessati al beneficio ambientale del trasporto su ferro. Aumentare i treni da ricchi fa alzare i guadagni dei gestori ma abbassa il reddito dei pendolari e dei lavoratori".

Legambiente Toscana commenta cos� i tagli a numerosi intercity che nonostante il piano alternativo predisposto dalla Regione Toscana dovrebbero colpire dai prossimi giorni la nostra regione.

"Il Governo dovrebbe considerare il bene pubblico e quindi l'importanza di un servizio accessibile a tutti, della non esclusione di importanti centri come Arezzo o Prato dalle linee di comunicazione pi� importanti e della minimizzazione del danno ambientale dei trasporti, legato a inquinamento e a congestione da traffico - afferma Piero Baronti, presidente di Legambiente Toscana - Se non si tiene conto di questi elementi significa che non si � veramente interessati n� al reddito delle famiglie, n� ai servizi. Si parla in nome dell'efficienza: ma non � che si sta risparmiando per mettere da parte soldi per fare il Ponte sullo Stretto? Cos� non si sostiene l'Italia ma solo chi deve costruire le Grandi Opere".

Ufficio Stampa Legambiente Toscana tel. 0556810330

Torna ai comunicati stampa