05/06/2008 - NO ALL'EOLICO - SÌ AL NUCLEARE... LA DESTRA SBANDA!< 

Firenze, 5 giugno 2008 Comunicato Stampa

LEGAMBIENTE
SBIGOTTITA DALLA PROPOSTA DI ALLEANZA NAZIONALE
PER UNA CENTRALE NUCLEARE
FRA VOLTERRA E MONTECATINI VAL DI CECINA

NO ALL'EOLICO - SÌ AL NUCLEARE... LA DESTRA SBANDA!

É PARADOSSALE CHE PER LA GIORNATA MONDIALE DELL'AMBIENTE SI DEBBA DISCUTERE DI SIMILI FESSERIE...

"Il centro destra non vuole l'eolico in Alta Val di Cecina ma poi sposa il nucleare - denuncia Legambiente Toscana - Pensano forse che l'impatto di qualche grande pala bianca che gira lentamente e produce energia rinnovabile e pulita da subito sia peggiore di quello di una eventuale centrale nucleare? Non è certo per il bene dell'Italia o del territorio che si propongono simili follie: il nucleare è oggi una scelta irresponsabile sul fronte sociale e ambientale. I problemi ambientali sono conosciuti ma sono messi in un angolo da chi parla in nome dell'efficienza economica. Eppure il nucleare pone ingenti costi di costruzione e decommissioning finale. Possibile che il centro destra non lo sappia? Ignoranza o menzogna?"

"Il costo reale di un kWh di elettricità da nucleare - continua Legambiente Toscana - oltre a quello di acquisto di una fonte non presente nel nostro Paese e che andrà ad esaurirsi e ai costi di costruzione e gestione degli impianti, deve necessariamente comprendere anche la chiusura del ciclo del combustibile, lo smaltimento delle scorie e lo smantellamento delle centrali per essere considerato reale e competere sul mercato. L'eolico questi problemi non li pone. Come non pone problemi di sicurezza degli impianti e di stoccaggio per migliaia di anni delle pericolosissime scorie radioattive che escono dal processo. Qualcuno si ricorda che l'Italia è un territorio a rischio sismico?"

Ufficio Stampa Legambiente Toscana tel. 0556810330


Torna ai comunicati stampa