12/08/2008 - LEGAMBIENTE E WWF su NOMINE PARCO REGIONALE DELLE ALPI APUANE 

Firenze, 12 agosto 2008

LEGAMBIENTE E WWF (QUASI) SODDISFATTE PER LA CONFERMA DI GIUSEPPE NARDINI A PRESIDENTE DEL PARCO REGIONALE DELLE ALPI APUANE

IL CONSIGLIO REGIONALE CONTEMPORANEAMENTE ESCLUDE LA MAGGIORI ASSOCIAZIONI AMBIENTALISTE DAL CONSIGLIO DIRETTIVO DEL PARCO

Il 4 agosto scorso il Consiglio Regionale della Toscana, dopo numerosi rinvii e balletti per le nomine nell’Ente, ha finalmente nominato il Presidente ed i componenti del Consiglio Direttivo del Parco Regionale delle Alpi Apuane. Legambiente e WWF esprimono soddisfazione per la conferma di Giuseppe Nardini a Presidente del Parco, considerandolo una figura in grado di garantire gestione equilibrate per un Parco difficile e spesso preso di mira da molteplici interessi che poco hanno a che fare con la conservazione della natura e lo sviluppo locale sostenibile.

Le due maggiori associazioni ambientaliste, d’altro canto, non comprendono quali motivazioni abbia addotto il Consiglio Regionale nell’escludere Legambiente, WWF ed altre grandi associazioni come il CAI dalla rappresentanza nel Consiglio Direttivo.

Chiedono pertanto che vengono esposte tali motivazioni, ritenendo questa esclusione una scelta politica significativa e grave la cui responsabilità è riconducibile esclusivamente al Consiglio Regionale della Toscana.

“Dopo la sofferta ma positiva conferma di Nardini a Presidente – dichiara Piero Baronti, Presidente di Legambiente Toscana – abbiamo l’impressione che il Consiglio Regionale abbia utilizzato impropriamente le nomine di competenza degli ambientalisti per compensare esigenze di spartizione politica, costituendo un precedente grave, che non ci aspettavamo proprio dalla Toscana.”

“Attendiamo dal Consiglio Regionale spiegazioni – afferma Guido Scoccianti, Presidente del WWF Toscana – sull’esclusione delle più grandi e rappresentative associazioni a livello nazionale dal Direttivo. Se il proposito voleva essere l’indebolimento delle posizioni ambientaliste nel governo del Parco, annunciamo fin da ora che costituiremo un coordinamento permanente degli ambientalisti per seguire ed intervenire prontamente sugli atti del Parco”.



Torna ai comunicati stampa