14/01/2009 - Nucleare: Legambiente Toscana attacca il Partito Democratico 

Firenze, 14 gennaio 2009 COMUNICATO STAMPA

"Dove la mettereste in Toscana una centrale nucleare?"
è quello che Legambiente chiede al PD e al centro-destra.

Non è piaciuta a Legambiente l'ultima mossa del gruppo consiliare del PD in Regione Toscana: l'astensione dei consiglieri ha fatto sì che non passasse la mozione anti-nucleare presentata da Sinistra Democratica, Verdi, Rifondazione Comunista e Partito dei Comunisti Italiani contro la previsione di centrali nucleari in Toscana.

"Era prevedibile il voto contrario del centrodestra dal momento che il Governo Berlusconi sta rilanciando il nucleare - ha dichiarato Piero Baronti, presidente di Legambiente Toscana - ma il voto del PD insieme a quello dei propositori della mozione avrebbe potuto far sì che il Consiglio Regionale Toscano assumesse una chiara posizione in materia, ribadendo che il nucleare è costoso ed è un affare solo per chi lo realizza, che ci sono ancora problemi di sicurezza ed è irrisolto il nodo dello smaltimento delle scorie. Quello che deve fare la Regione Toscana non è aprire il territorio regionale a procedure di individuazione dei siti idonei all'attivazione di centrali nucleari, ma promuovere a tutto campo le rinnovabili come sancito nel Piano di Indirizzo Energetico Regionale”.

In fondo, chiede Legambiente ai consiglieri del centro destra e del PD, in quale parte del territorio regionale si potrebbe accettare la costruzione di una centrale nucleare?

Torna ai comunicati stampa