24/07/2009 - DIRETTIVA COMUNITARIA VINO, TRIPPA E LAMPREDOTTO 

DIRETTIVA COMUNITARIA
VINO, TRIPPA E LAMPREDOTTO

LEGAMBIENTE PRONTA ALLA DISOBBEDIENZA CIVILE

"La direttiva U.E. e la Legge italiana che vietano la vendita e la somministrazione di bevande alcooliche agli ambulanti su suolo pubblico penalizzano, solo a Firenze, circa cinquecento aziende. Trippai e i lampredottai, in primis, ma anche tutti gli ambulanti che somministrano le bevande ai mercati, allo stadio e nelle manifestazione varie". La protesta arriva da Legambiente Toscana che si dice pronta a sostenere tutte le iniziative di disobbedienza civile che si terranno il 29 Luglio, giorno di entrata in vigore della direttiva e della legge italiana di recepimento.

Anche il Parlamentare Ermete Realacci, Presidente onorario di Legambiente Nazionale sarą a Firenze mercoledi 29 Luglio per prendere parte alle iniziative di protesta. Realacci pranzerą con un panino al lampredotto accompagnato da un buon bicchiere di vino e sarą pronto a sostenere in tutte le sedi le azioni di disobbedienza civile.

"I chioschetti dei trippai e dei lampredottai sono anche luoghi di aggregazione per molte persone, un aspetto della coesione sociale"- afferma Legambiente "la loro scomparsa mostrerebbe una fotografia di Firenze senza un pezzo caratteristico della cittą".

Katia Rosanna Rossi Ufficio Stampa Legambiente Toscana ufficiostampa@legambientetoscana.it www.legambientetoscana.it 0556810330 - 3473646589


Torna ai comunicati stampa