13/08/2009 - Blitz di Legambiente per dire no all’atomo, sì alle rinnovabili 

Legambiente: ”Dalla Maremma per dire No ad una scelta folle, costosa, pericolosa e dannosa”



“Un’Europa senza nucleare”. È questo lo striscione che ha accompagnato questa mattina i volontari di Legambiente che da Festambiente sono scesi in strada all’ingresso della localita’ balneare di Marina di Grosseto per dire NO al nucleare. Uno spettacolare blitz a sorpresa per ribadire con forza la netta contrarietà alla scelta del Governo Berlusconi di tornare al nucleare nel nostro paese. Tra lo stupore degli automobilisti, turisti e villeggianti gli ambientalisti simbolicamente e pacificamente hanno occupato per pochi minuti la carreggiata che porta alla località balneare maremmana per chiedere ancora una volta efficienza energetica, più energie rinnovabili e meno emissioni di CO2.

“Il nucleare si conferma una scelta pericolosa, costosa e che non risolverà i problemi energetici del nostro paese – ha dichiarato Angelo Gentili, segreteria nazionale Legambiente e coordinatore di Festambiente – una scelta che ci allontana da scelte prioritarie quali risparmio energetico e fonti rinnovabili. Un grido di protesta lanciato dalla Maremma che, da Montalto a Marina di Grosseto passando per Follonica, potrebbe essere candidata ad ospitare uno dei quattro reattori che il Governo vuole costruire. Continueremo nella nostra grande mobilitazione nazionale, fatta di tante iniziative, con l’obiettivo di rispondere alle bugie del governo e dei nuclearisti per ristabilire la verità sulla dannosità del nucleare per rilanciare la nostra idea di modello energetico, fondato su politiche di efficienza e sviluppo delle rinnovabili, senza il quale l’Italia resterebbe fuori da quel percorso di modernizzazione già intrapreso con successo da altri Paesi, come la Germania e la Spagna.”

Ufficio stampa Legambiente: Tel. 0564/487725 347- 4166793 - ufficiostampa@festambiente.it - www.festambiente.it

Torna ai comunicati stampa