21/09/2009 - Puliamo il mondo 2009 a Firenze 

21 Settembre 2009 Comunicato Stampa



Badanti in festa: "puliamo il mondo dalle discriminazioni"!

A FIRENZE LA MANIFESTAZIONE DI LEGAMBIENTE
CON LA PARTECIPAZIONE DELLE COMUNITA' DEGLI STRANIERI, LE BADANTI, LE ASSOCIAZIONI E I CITTADINI VOLONTARI NEL SEGNO DELLA SOLIDARIETA' PER UN MONDO PIU' PULITO

E' ufficialmente partito l'appuntamento più atteso e più famoso nel campo del volontariato ambientale internazionale: la campagna di Puliamo il Mondo, edizione italiana di Clean Up The World, giunta alla sua sedicesima edizione. "Smettiamola di nascondere i problemi" questo è lo slogan che accompagnerà la campagna di Legambiente nei giorni del 25-26-27 Settembre.

La provincia di Firenze, terra dove il tema della conservazione del patrimonio artistico è particolarmente sentito, insieme alle tematiche care agli ambientalisti, al recupero degli ambienti naturali, al risparmio energetico e alla raccolta differenziata, anche quest'anno è stata protagonista con 36 comuni su 44, con una percentuale di partecipazione dell' 82%, un record di adesioni che posizionano Firenze e il suo contado, al primo posto a livello regionale a conferma ancora una volta di un vero e proprio successo . Una campagna di pulizia che prevede la partecipazione, come ogni anno, di tantissimi volontari e che comunica la necessità e la voglia di riappropriarsi del proprio territorio prendendosene cura, che segna il bisogno della gente di mettersi in relazione per tutelare gli spazi pubblici, prendendo coscienza che oltre a ripulire, si dovrebbe imparare a non sporcare.

L'iniziativa fiorentina dell'edizione 2009 di Puliamo il Mondo è stata presentata alla stampa stamane nel corso di una conferenza, presso Palazzo Vecchio, alla presenza dell'Assessore Comunale all' Ambiente Cristina Scaletti, dell' Assessore alle Politiche Socio- Sanitarie del Comune di Firenze Stefania Saccardi, del Presidente Onorario di Legambiente Nazionale Ermete Realacci, del Presidente di Legambiente Toscana Piero Baronti, del Presidente della Comunità Peruviana di Firenze Lina Callupe.

"Iniziative come questa sono utili per sensibilizzare i cittadini sulla necessità di rispettare l'ambiente e mettere in atto azioni e gesti, anche piccoli, per contribuire a migliorare il contesto in cui viviamo. - dichiara Cristina Scaletti, Assessore all'Ambiente del Comune di Firenze - Anche quest'anno il Comune di Firenze aderisce con convinzione a Puliamo il mondo per ribadire l’impegno verso una tematica così importante e perché il rispetto del territorio rientra nell’ambito di quell’educazione civica che dovrebbe far parte della cultura di ogni cittadino. La nostra adesione a questa iniziativa sarà attraverso due momenti. Il pomeriggio del 26 settembre, in collaborazione con il Quartiere 5, organizziamo la pulizia delle sponde di un tratto dell’Arno dove sono invitati a partecipare associazioni e cittadini. La mattina seguente, in collaborazione con l’assessorato alle politiche socio-sanitarie e il Quartiere 4, con l’iniziativa ‘Puliamo una piazza con le badanti’, un momento che unisce l’aspetto ambientale con quello legato all’accoglienza e all’integrazione".

In prima fila, nell'edizione di quest’anno, dunque, ci saranno sopratutto le badanti e i badanti , le comunità degli stranieri e i cittadini volontari. Ultima giornata tra le principali iniziative, quella fiorentina di di PIM sarà, infatti, dedicata al tema del volontariato, della solidarietà e dell'impegno nel sociale. E proprio nel Comune di Firenze sarà di scena il tema dell' inclusione delle persone immigrate con particolare attenzione a coloro che come un grande esercito silenzioso assistono ogni giorno migliaia di soggetti all'interno delle famiglie e che sono necessari ad paese anziano come il nostro.

L'assessore alle Politiche Socio - Sanitarie Stefania Saccardi si sofferma proprio su questa iniziativa: "La partecipazione delle badanti a Puliamo il mondo rappresenta un ulteriore elemento di integrazione di queste persone che oltre abitare nelle nostre città ed essere presenti nelle nostre famiglie, in questo modo partecipano alla vita civile. E perché no, danno un contributo alla salvaguardia dell’ambiente in cui vivono". Firenze chiamerà in raccolta non solo i suoi abitanti ma anche i nuovi cittadini fiorentini, cittadini stranieri appunto, di tutte le età per portare a termine veri e propri progetti di riqualificazione di spazi degradati e di aree abbandonate per attuare la divulgazione dell'importanza della raccolta differenziata dei rifiuti, per rendere in lungo e in largo più bella la conservazione del proprio territorio.

"Le centinaia di migliaia di volontari che ogni anno partecipano a Puliamo il Mondo sono un'immensa ricchezza per il paese. Una risorsa per le comunità, per le istituzioni e per la politica. A Firenze la giornata di quest'anno avrà un valore simbolico in più: le badanti che ogni giorno si prendono cura delle nostre persone care, saranno vicine ai volontari per prendersi cura delle nostre città". Lo afferma Ermete Realacci, presidente onorario di Legambiente.

Domenica 27 Settembre in Piazza dell'Isolotto (Passerella D'Arno) alle ore 9.00,alla presenza del Sindaco di Firenze Matteo Renzi, del Presidente Onorario di Legambiente Ermete Realacci, con la partecipazione di Cisl, Cgil, Arci, Acli, Caritas e Coldiretti e con una speciale diretta Rai alle ore 10.00, si darà avvio all' ultimo appuntamento delle tre giornate di Puliamo il Mondo, e sarà proprio questo il raduno dove si incontreranno vecchi e nuovi cittadini fiorentini per dare forma ad un mondo più pulito e per concludere il tutto con la prima festa delle badanti alle 12.30 sempre nella stessa piazza.

"A Firenze, in occasione di questa edizione di Puliamo il Mondo, Legambiente incontra il mondo del volontariato, delle associazioni di promozione sociale e coloro che, nel sindacato, svolgono attività a favore delle popolazioni dei migranti - dichiara Piero Baronti, Presidente di Legambiente Toscana - per la prima volta tante badanti e badanti di Firenze appartenenti alle comunità degli stranieri prenderanno parte a questa grande iniziativa di eco-volontariato".

"Parlo a nome di tutte le comunità degli stranieri. Siamo onorati di dare il contributo a questi importanti eventi - afferma Lina Callupe, Presidente della Comunità peruviana a Firenze - l'abbiamo fatto prima con Un bacione a Firenze, lo faremo ora con Puliamo il Mondo di Legambiente. Firenze oggi è una città multiculturale e quindi è una comunità aperta e non chiusa. Quando veniamo coinvolti in questo tipo di iniziative siamo contenti di dare il nostro contributo perché vogliamo che i nostri cittadini stranieri imparino a condividere le regole della città che li ospita perché anche noi vogliamo sentirci cittadini fiorentini e cittadini italiani e anche noi desideriamo una città pulita e più bella, e quindi un mondo più pulito dai rifiuti e anche dalla discriminazione".

A Firenze dunque, vecchi e nuovi cittadini per un mondo più pulito, meno inquinato e sopratutto più sicuro.


Per informazioni sulle iniziative locali, contattare i circoli locali di Legambiente, i comuni interessati o consultare il sito www.puliamoilmondo.it

Oppure leggi le informazioni sui principali eventi in Toscana.

Collaborano: il Consiglio del Quartiere 4 di Firenze, i Vigili del Fuoco (Distaccamento FI Ovest), Coop. Agricola di Legnaia, CISL, ANOLF, CGIL, Arci, Acli, Caritas, Coldiretti, ALT, Ecologia & Lavoro. Partecipano: il Consiglio degli Stranieri e le comunità di Ecuador, Filippine, Perù, Romania, Senegal e le altre aderenti; le associazioni del Quartiere 4; la cittadinanza di Firenze.

Puliamo il Mondo è organizzata
con il patrocinio del ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, il ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, la rappresentanza a Milano della Commissione Europea e Unep (Programma per l'Ambiente delle Nazioni Unite), in collaborazione con UPI (Unione Province Italiane), Federparchi, Uncem (Unione Nazionale Comuni, Comunità, Enti Montani), Anci (Associazione nazionale comuni italiani) e Fiseassoambiente.

Sono sponsor: Snam Rete Gas, Unicredi Group, Federambiente e Ikea.
Media partners: La Nuova Ecologia, Radio Kiss Kiss




Torna ai comunicati stampa