“Ancora una volta Unicoop Firenze è la prima azienda della grande distribuzione organizzata nella lotta all’inquinamento da plastica; è un esempio da seguire per tutto il comparto”. È il commento del presidente di Legambiente Stefano Ciafani alla notizia che dal primo giugno di quest’anno la cooperativa toglierà dalla vendita piatti, bicchieri e posate di plastica, per un totale di 220 milioni di pezzi in meno immessi nell’ambiente ogni anno secondo le stime della cooperativa stessa.

“Seguendo la tradizione aziendale, che ha visto Unicoop Firenze per prima sostituire i sacchetti in plastica per la spesa con quelli in mater bi e poi quelli per l’ortofrutta, - prosegue Ciafani - ora la cooperativa, anticipando il recepimento della direttiva europea in materia, fa da apripista anche per le plastiche monouso. Insieme abbiamo promosso con il progetto Arcipelago Pulito anche il fishing for litter, inserito poi nel disegno di legge Salvamare che speriamo venga approvato al più presto dal Parlamento”.

“Dopo aver redatto assieme la prima guida all’ecologia quotidiana in Italia e inaugurato la grande campagna regionale Liberi dai Rifiuti, con Unicoop Firenze la relazione si conferma strategica e di lunga durata; - aggiunge il presidente di Legambiente Toscana Fausto Ferruzza – il provvedimento infatti di eliminazione della plastica monouso dai punti vendita della Coop è una di quelle decisioni epocali e lungimiranti che condizionerà positivamente il mercato e lo stile di vita di tutti i consumatori”.

Ufficio Stampa di Legambiente Toscana

055.6810330

You must be logged in to post a comment.